Strange Art
Il lato insolito dell'arte
I Segreti della Cappella Sistina / Quinta parte
  • Sharebar

caterinadalessandria
Eccoci alla “quinta puntata” dedicata alla Cappella Sistina di Michelangelo e ai suoi aspetti insoliti, curiosi e alle relazioni nascoste presenti negli affreschi della Volta e del Giudizio Universale. Partiamo dal fatto che il Giudizio destò scandalo ancora prima di essere terminato, come abbiamo visto la settimana scorsa con il caso di Biagio da Cesena, cerimoniere del papa.

Non mancarono infatti, fin da subito, i benpensanti che gridarono allo scandalo per il numero eccessivo di figure nude nel grandioso affresco. Ci fu addirittura chi ravvisò la simulazione di un rapporto sessuale fra due santi del paradiso, cosa che portò in seguito ad una pesante censura dell’opera. Il Giudizio venne inaugurato nel 1541, se facciamo un raffronto con gli affreschi della Volta (terminati nel 1511), dove anche lì gli ignudi abbondano, le reazioni furono ben diverse. Il motivo è legato essenzialmente ad un mutamento del clima spirituale dell’epoca.

A seguito della Riforma Protestante (1517) nella chiesa cattolica ci fu dapprima un tentativo di ricomporre lo scisma, ma quando ci si accorse che ogni sforzo era vano, si cominciò una riorganizzazione per far fronte a questa rottura traumatica e per cercare di recuperare “terreno” e sopratutto fedeli.

Fu il Concilio di Trento che diede avvio alla Controriforma e fissò regole rigide anche in materia di arte sacra. Bisognava infatti dare una risposta netta alle accuse di paganesimo che piovevano sulla chiesa di Roma da parte dei protestanti, ed anche l’arte doveva quindi adeguarsi. A seguito delle indicazioni scaturite dal concilio di Trento si decise che le figure nude del Giudizio di Michelangelo dovevano essere coperte per il grave scandalo che suscitavano.

L’artista non fece in tempo – forse meglio per lui – a vedere i risultati della censura, perché morì il 18 febbraio 1564. L’anno successivo la curia romana diede incarico a Daniele da Volterra, pittore discepolo del Buonarroti, di dipingere a secco dei drappi per coprire le parti intime in vista. Compito che costò all’artista il soprannome dispregiativo di Braghettone. In seguito vari altri interventi completarono il lavoro iniziato da Daniele da Volterra. Veniamo però al “famoso” rapporto sessuale.

giudizio-universale

Nella parte mediana dell’affresco, a destra rispetto alla figura centrale del Cristo, ci sono due santi martiri che come altri esibiscono gli strumenti del loro supplizio, si tratta di San Biagio che brandisce i pettini in ferro da cardatore e Santa Caterina d’Alessandria con un pezzo della ruota dentata. La posizione dei due con Biagio in piedi dietro Caterina accovacciata suscitò il sospetto che fosse in corso un accoppiamento.

A rafforzare questo sospetto c’era la nudità della donna e il fatto che i due si guardassero in faccia. Diventa onestamente difficile stabilire se questo fosse vero o meno, in ogni caso i “censori” diedero ordine a Daniele da Volterra di scalpellare via per intero la figura di San Biagio e parte di Santa Caterina.

Le due figure furono poi ridipinte, vestite di tutto punto e  la testa di San Biagio fu girata verso il Cristo, in modo che i due non si guardassero più. Chissà se davvero Michelangelo avevo inteso inserire questo dettaglio osceno all’interno della composizione (non sarebbe il primo) o se sia stata una semplice casualità.

L’unico modo per farsene un’idea è andare a vedere le incisioni dell’epoca con la riproduzione del Giudizio o la copia dipinta eseguita da Marcello Venusti e conservata attualmente al museo di Capodimonte a Napoli.

Post Correlati:
I segreti della Cappella Sistina / prima parte
I segreti della Cappella Sistina / seconda parte
I segreti della Cappella Sistina / terza parte
I segreti della Cappella Sistina / quarta parte

 

Ti è piaciuto questo articolo? Scopri tutti i segreti della Cappella Sistina nel mio ebook

 

 


Articoli correlati:

Commenti

Powered by Facebook Comments

Tags: , , , , , ,

2 Comments to “I Segreti della Cappella Sistina / Quinta parte”

  1. Francesco scrive:

    A mio parere, così nota di più questo “rapporto sessuale”….sembra anzi interrotto!

Leave a Reply