Strange Art
Il lato insolito dell'arte
La Primavera di Botticelli: descrizione e analisi
  • Sharebar

La Primavera di Sandro Botticelli è uno dei quadri che rappresenta al meglio il Rinascimento fiorentino, nonostante il suo significato sia ancora piuttosto dibattuto e ci siano diverse interpretazioni sul tema che sta alla base del dipinto.

Lo stesso titolo “La Primavera“, non è detto che rappresenti al meglio il senso dell’opera, in quanto non si deve a Botticelli, ma al Vasari. Quest’ultimo vide il
dipinto nel 1550 nella villa di Castello di proprietà dei Medici e lo descrisse in questo modo: “Venere che le Grazie fioriscono, dinotando Primavera“. Da lì in poi il titolo è rimasto convenzionalmente quello.

Le varie interpretazioni dell’opera non sono finora riuscita a dare un significatounivoco a quest’immagine sognante. C’è chi sostiene che sia un’allegoria dell’età dei Medici (il committente Lorenzo di Pierfrancesco de’ Medici era un cugino di Lorenzo il Magnifico), chi la ritiene un’opera infarcita di riferimenti neoplatonici, legati quindi alla corrente filosofica che andava per la maggiore a Firenze in quell’epoca, chi invece ricollega la Primavera all’episodio mitologico del “Giudizio di Paride“, chi infine ritiene si tratti della rappresentazione di alcuni personaggi della Firenze dell’epoca e delle rispettive virtù.

Quale che sia l’interpretazione corretta (non possiamo escludere comunque vari livelli di lettura), ho trovato su Youtube una serie di video dedicati alla Primavera, dove viene data una lettura approfondita dell’opera in questione.

Buona visione e non dimenticare di dare un’occhiata ai miei ebook.


Articoli correlati:

Commenti

Powered by Facebook Comments

Tags: , , , , , , ,

Leave a Reply